Questo è un titolo-civetta

Vi avevo avvisati…

Era solo per fare con voi alcune semplici considerazioni in merito al prossimo referendum.

Il concetto è: andate a votare.
Se volete l’abrogazione dei quattro punti in questione della Legge 40, votate SI.
Se la volete lasciare invariata votate NO.
Se volete contestare lasciate la scheda bianca.

Ma per favore andate a esercitare un vostro elementare ma non scontato diritto-dovere: IL VOTO.

Io inorridisco di fronte a ministri della Repubblica italiana che invitano all’astensione.

L’astensionismo è un vile trucco che fa leva sull’umana pigrizia e sull’umano menefreghismo.
Vi autoassolvereste dicendovi “anche se vado al mare in realtà mi sto impegnando”.
Tutte balle. Il voto consente libertà di opinione. Anche un NO può far fallire un referendum.

Astenendovi, invece, fareste il gioco di quei potenti che ci vogliono spingere verso il modello americano in cui vota solo chi richiede esplicitamente di essere inserito nelle liste elettorali attraverso una richiesta formale.
Se troppi referendum fallissero per il mancato raggiungimento del quorum, potete scommettere che alla fine qualcuno se ne uscirebbe fuori dicendo “visto che nessuno ci va smettiamo di farli”.

Lo rimpiangeremmo tutti.
La democrazia, qualunque democrazia, se abbandonata a se’ stessa col tempo finisce.

Questo è un titolo-civettaultima modifica: 2005-06-01T16:54:56+02:00da the.morrigan
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Questo è un titolo-civetta

Lascia un commento